standard-title Direttivo Al Consiglio Direttivo spettano tutti i più ampi poteri per l’amministrazione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, senza limitazioni di sorta, con facoltà di compiere tutti gli atti che si ritengano opportuni per l’attuazione ed il raggiungimento degli scopi associativi, esclusi soltanto quelli che la legge o lo Statuto riservano in modo tassativo alla Assemblea.

Direttivo

Al Consiglio Direttivo spettano tutti i più ampi poteri per l’amministrazione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, senza limitazioni di sorta, con facoltà di compiere tutti gli atti che si ritengano opportuni per l’attuazione ed il raggiungimento degli scopi associativi, esclusi soltanto quelli che la legge o lo Statuto riservano in modo tassativo alla Assemblea.

Al Consiglio Direttivo spettano tutti i più ampi poteri per l’amministrazione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, senza limitazioni di sorta, con facoltà di compiere tutti gli atti che si ritengano opportuni per l’attuazione ed il raggiungimento degli scopi associativi, esclusi soltanto quelli che la legge o lo Statuto riservano in modo tassativo alla Assemblea.

Membri del direttivo:

Il consiglio direttivo

Il Consiglio Direttivo:

  • collabora con il Coordinatore Regionale delle Insegnanti del Metodo Billings per la progettazione di attività riguardanti la formazione e l’aggiornamento delle insegnanti;
  • provvede alla esecuzione dei deliberati dell’Assemblea;
  • delibera l’ammissione a socio di coloro che ne facciano richiesta, accertando l’adesione dei richiedenti allo spirito ed alle finalità dell’Associazione;
  • decide l’espulsione del socio per gravi motivi, salvo il rispetto del contraddittorio;
  • elegge fra i propri membri il Presidente, il vice-Presidente, il Segretario ed il vice-Segretario;
  • propone l’ammontare della quota associativa annuale ed il termine del suo versamento, al fine di conservare la qualità di socio ordinario;
  • predispone il progetto di bilancio preventivo e di programma annuale, nonché il progetto di bilancio consuntivo e di relazione sull’attività svolta dall’Associazione;
  • ratifica gli atti di ordinaria amministrazione di propria competenza, assunti dal Presidente in via di urgenza.
  • propone al Centro Nazionale di Coordinamento del Metodo Billings persone idonee per l’incarico di Coordinatore Regionale delle Insegnanti del Metodo Billings.

Coordinatrice Regionale

La Coordinatrice Regionale delle Insegnanti del Metodo Billings, di norma individuata tra le insegnanti del Metodo stesso, è nominata dal Centro Nazionale di Coordinamento del Metodo Billings, attualmente Centro Studi Ricerche per la Regolazione Naturale della Fertilità (C.S.R.R.N.F.) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, su proposta del Consiglio Direttivo del C.Lo.M.B.

  • É responsabile della scuola di Formazione delle Insegnanti del Metodo Billings, del rilascio dei diplomi, nonché del rinnovo biennale dell’abilitazione all’insegnamento.
  • Partecipa alle riunioni del Consiglio Direttivo.
  • Il suo parere favorevole è indispensabile per la ratifica di tutte le delibere del Consiglio Direttivo che riguardino la formazione e l’aggiornamento delle Insegnanti del Metodo Billings.
  • Può rendere nulle in modo motivato le delibere del Consiglio Direttivo stesso, qualora si rivelassero in contrasto con le direttive del Centro Nazionale di Coordinamento.
  • Ha l’incarico di tenere il collegamento tra il Centro Lombardo Metodo Billings e il Centro Nazionale di Coordinamento.

Il ruolo della coordinatrice regionale è ricoperto dalla dottoressa Medua Boioni Dedè

Contatta la coordinatrice regionale.

Presidente

Il Presidente (art. 23 dello statuto) rappresenta legalmente l’Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio, firma gli atti ed i documenti dell’Associazione e avrà la possibilità di operare, con firma singola, sui conti correnti intestati all’Associazione per operazioni di limitata rilevanza economica; convoca l’assemblea dei soci; convoca e presiede il Consiglio Direttivo; cura l’esecuzione deimandati dell’Assemblea e delle delibere del Consiglio Direttivo;
Nell’ambito dell’ordinaria amministrazione può prendere, in caso di urgenza o di necessità, decisioni di competenza del Consiglio Direttivo, sottoponendole allo stesso per la ratifica nella sua prima riunione.

Segretario

Il Segretario (art. 25 dello statuto), con funzioni anche di tesoriere, avrà la possibilità di operare, con firma singola, sui conti correnti intestati all’Associazione per operazioni di limitata rilevanza economica e cura la tenuta dei libri sociali e contabili richiesti.